Post

Visualizzazione dei post da Novembre, 2019

Violenza

Immagine
Camminavo al tuo fianco, ma non sapevo dove andavo.
Ti abbracciavo per abitudine, con nostalgia nell’anima.
Ho visto nascere il sole nei tuoi occhi stanchi E poi crescere il mare nelle tue braccia aperte.
Vedevo il buio e avevo paura del tunnel, sperando di rivedere la luce,
Tutto era nuovo, tutto era amaro.
Momenti bui dimenticati e soppressi per timore di non avere abbastanza lacrime.
Inseguita dalla paura, ho lasciato l’orrore, per cercare la pace dentro di me.

Ricordo di Pechino

Immagine
Una donnina con una gonna color fucsia e una giacca a stelline. Con i suoi occhi a mandorla mi manda sorrisi grandi e solari, e muove la mano salutandomi.
La guardo con un sorriso pacifico, la saluto con lo stesso movimento della mano.
La madre la gira pensando che mi stia disturbando. La piccola muove la testa dietro la spalla della madre per cercare il mio sguardo.
Mi dice qualcosa nel suo linguaggio misterioso. Io la saluto ancora. Mi fa ridere.
I suoi movimenti sono bruschi, addolciti dalle braccia della madre. I suoi capelli come seta nera, le sue manine piccole e rosacee, una tenerezza guardarla sorridere.
Mi avvicino alla porta del ristorante Pronta per uscire.
Mi rimetto a posto la sciarpa, la bambina diventa seria, una mano nella bocca, mi osserva.
Le sorrido e le dico un ciao con la mia mano. Mi ricambia ancora il sorriso. Ora sono più vicino a lei, vedo occhi neri e profondi, una pelle di porcellana.
La madre si gira, mi sorride e muove la testa per salutarmi. Ricambio il saluto.
Esco, un vento freddo mi t…

Lucky

Immagine
Uno sguardo quasi umano, occhi color cappuccino che mi fissano innamorati.
Un calore vero che mai potrà mentire, l’amore più profondo senza condizioni.
Passeggiate tranquille, in riva al mare, in collina e in montagna, sempre allegro di trovare prati freschi  dove giocare insieme.
Compagno di serate in casa, di cene con amici, di giorni estivi in terrazza, compagno di vita.
Il suo abbaiare è parte di noi,
è parte di casa,
lo riconoscerei tra mille.

Una passione che pochi capiranno, che pochi potranno sentire come la sento io.
Ma non importa: ciò che da al mio cuore è unico.
Che rimanga con noi per tanti altri anni, per tante altre passeggiate,  per il mondo e nella vita.

La finestra

Immagine
Mai dimenticherò quella finestra
che dava
al mare,
che aprivi quando avevi caldo o quando volevi far entrare il sole.
Mai dimenticherò quella finestra di legno chiaro, quasi antica, che vedevo quando aprivo gli occhi la mattina, l'ultima alla sera prima di spegnere la luce.
Era la finestra dei ricordi dell’estate Dell’ultima estate accanto a te.
Era la finestra di un mese felice, di aria che entrava tiepida la sera al tramonto.
Se tornassi a rivivere quella vita, ti sveglieresti la mattina  e vedresti fiori rossi aprendo quella finestra, e sentiresti il rumore delle posate pronte per una colazione romantica, e il profumo di un caffè caldo, all’ombra di un olivo.
Se tornassi, sarebbe diverso. Se tornassi, sarei diversa.