Poesia del vento

Se il vento
mi portasse via
lontano
su una montagna solitaria,
senza lo sforzo di camminare,
semplicemente
come l'aria si muove,
come su una onda spumeggiante,
come un carro senza freno,
volando,
felice,
senza etá
senza tempo
senza pensieri
senza dolori
senza rimpianti
senza lacrime...

Sarei ciò che sono?
Darei ciò che dono?
Avrei ciò che posseggo?

Apro gli occhi e vedo
più in là del mondo chiaro,
ombre della notte,
macchie nella nebbia,
e il tunnel è ancora lungo...

Fammi tornare nel suo grembo
per rinascere ancora
e poter rivivere la speranza
di una realtà diversa.





Commenti

Post popolari in questo blog

Violenza

Migliore amica

Il tuo mondo